IL SINDACO INFORMA

torna a  "Il Sindaco Informa"   

RACCOLTA FIRME CONTRO RIFORMA OSPEDALIERA

PRESSO IL COMUNE DI STRESA

UFFICIO PROTOCOLLO E SERVIZI DEMOGRAFICI

E’ APERTA LA RACCOLA DI FIRME

PER DIRE

 

NO AL NUOVO OSPEDALE A DOMODOSSOLA E AL DECLASSAMENTO  DEL “CASTELLI” CON PERDITA  DEL DEA E DI REPARTI, PRELUDIO PER UNA SUCCESSIVA DEFINITIVA CHIUSURA DEL NOSTRO OSPEDALE.  

DIFENDIAMO  IL  NOSTRO  DIRITTO  ALLA  SALUTE!

FIRMA ANCHE  TU !!!

 

CONSIDERATO che gli indirizzi sulla riorganizzazione dei servizi ospedalieri e sanitari nel Verbano-Cusio-Ossola presentati dalla Regione Piemonte il 25.10 u.s. prevedono la costruzione di un ospedale nuovo con DEA di primo livello tra Villadossola e Domodossola ed il declassamento dell'ospedale Castelli di Verbania ad ospedale territoriale o di prossimità con la perdita del DEA e la sua trasformazione a Pronto Soccorso avanzato, la perdita di molti reparti quali ostetricia-ginecologia, pediatria, nefrologia, cardiologia, malattie infettive, terapia intensiva (sia rianimazione che unità coronarica) , oncologia, anatomia patologica

 

VALUTATO che la Regione Piemonte ha inoltre confermato che il quadro normativo vigente prevede l'esistenza di un DEA  a condizione che esso  registri un minimo di  45.000  accessi all'anno  e  che pertanto il

Il VCO potrà disporre di un solo DEA ;

RITENUTO che il Verbano – Cusio - Ossola, quale territorio prevalentemente montano caratterizzato da notevoli difficoltà di comunicazione, necessiti di disporre di un nuovo ospedale di alta qualità dotato di DEA di primo livello in posizione che, per la sua baricentricita', sia effettivamente funzionale e garantisca a tutti i cittadini del VCO un pari diritto alla salute:

 

RESPINGONO E RIGETTANO

con fermezza gli  indirizzi presentati dal Presidente e dall’assessore alla Sanità della Regione Piemonte il 25.10.2019 chiedendo l’immediato ritiro della proposta

                                             

CHIEDONO  AĹLA  REGIONE  PIEMONTE

1.  di rivedere integralmente la decisione sulla riorganizzazione dei servizi ospedalieri e sanitari del VCO, prevedendo la costruzione di un nuovo ospedale “spoke” dotato di DEA di primo livello in area baricentrica compresa nel triangolo Verbania – Gravellona Toce  - Ornavasso individuata sulla base di  parametri quali demografia  e flussi turistici, accessibilità viabilistica e con mezzi pubblici, assenza di  vincoli geologico-ambientali, idoneità urbanistica, migliori condizioni morfologiche, geotecniche e costruttive, costi.

 

2.  di mantenere la destinazione sanitaria degli Ospedali Castelli di Verbania e San Biagio di Domodossola affinchè diventino poli complementari del nuovo ospedale baricentrico con funzioni di “Casa della Salute” aperte 7 giorni su 7 H24, attività di riabilitazione, di laboratorio e poliambulatorio, posti letto di lunga degenza, ecc. .

 

3.  di utilizzare da subito i 35 milioni di euro a sua disposizione per realizzare interventi di miglioramento funzionale degli ospedali esistenti a Verbania e Domodossola, dotandoli di tecnologia avanzata e nuove attrezzature  e di  garantire il mantenimento dei due DEA fino all’avvio delle attività sanitarie nel nuovo ospedale.