NOTIZIE

torna a  "Notizie"   

IMU SALDO 2012

CITTA’ DI STRESA(Provincia del Verbano-Cusio-Ossola)

UFFICIO FISCALITA’ LOCALE

INFORMAZIONI SULL’IMU Dal 1° gennaio 2012 l’Imposta Municipale Unica (I.M.U.) sostituisce l’ICI. L’imposta municipale propria è dovuta:·         dai proprietari di fabbricati, aree fabbricabili siti nel territorio comunale;·         dai titolari del diritto reale di usufrutto, uso o abitazione, enfiteusi, superficie sugli stessi;·         dal locatario nel contratto di leasing;·         dal concessionario su aree demaniali;·         in caso di separazione da chi continua ad abitare nella casa coniugale anche se non è proprietario. Si rammenta che dal 1° al 17 dicembre 2012 dovrà essere versata la rata a saldo dell’IMU per il corrente anno.  L’Amministrazione Comunale ha deciso, con deliberazione di Consiglio Comunale n. 39 del 31/05/2012 di confermare le aliquote di base e precisamente:-          per l’abitazione principale e relative pertinenze nella misura dello 0,4% ;-          per tutti gli altri immobili e per le aree edificabili è fissata nello 0,76%.  Per le aree fabbricabili al fine di evitare l’accertamento da parte del Comune i proprietari hanno la facoltà di utilizzare il valore stabilito dal Comune con la deliberazione di Consiglio Comunale n. 39 del 31 maggio 2012 che qui si riporta. 

Valutazione aree edificabili

Zone20112012
Art.2.12 aree di ristrutturazione e completamento – Capoluogo B1210,02210,02
Art.2.12 aree di ristrutturazione e completamento – Frazioni B2106,87106,87
Art. 2.13 aree di nuova edificazione B3129,72129,72
Art. 2.13 aree di nuova edificazione B456,2256,22
Art. 2.13 aree di nuova edificazione B532,1232,12
Art. 2.14 aree di nuova edificazione a densità ridotta32,1232,12
Art. 2.16 aree per edilizia economica popolare71,6571,65
Art. 3.3 nuove aree artigianali53,7453,74
Art. 3.4 insediamenti ricettivi alberghieri esistenti e PEC - H259,45259,45
Art. 3.5 aree destinate a nuovi insediamenti ricettivi alberghieri259,45259,45
Art. 3.6 aree per nuovi insediamenti ricettivi all’aperto2,102,10
 Dichiarazione IMU:Sulla G.U. n. 258 del 5 novembre 2012 è stato pubblicato il D.M. 30 ottobre 2012, che ha definitivamente approvato il modello ufficiale di dichiarazione IMU, con le relative istruzioni, da presentare entro il 30 novembre 2012, salvo proroga, per gli obblighi dichiarativi sorti dal 1° gennaio 2012; in alternativa entro 90 giorni dalla variazione interessata.Mantengono la loro validità le dichiarazioni presentate in questi anni ai fini ICI (che quindi non devono essere ripresentate). E’ obbligatoria la presentazione della dichiarazione IMU nei seguenti casi:immobili che beneficiano di riduzioni IMU, ovvero: fabbricati inagibili o inabitabili e non utilizzati (riduzione 50 %), fabbricati di interesse storico o artistico (riduzione 50 %); aree fabbricabili possedute e condotte da coltivatori diretti o da imprenditori agricoli professionali iscritti nella previdenza agricola ed utilizzate per lo svolgimento dell'attività agricola (che godono del beneficio di non essere tassate come aree fabbricabili bensì come terreni agricoli); immobili oggetto di locazione finanziaria; immobili oggetto di concessione amministrativa su aree demaniali; aree fabbricabili, ma solo qualora il Comune non abbia deliberato i valori venali di riferimento oppure li abbia deliberati ma il contribuente intenda dichiarare valori differenti; terreno agricolo divenuto area fabbricabile; area edificata oggetto di imposizione IMU come area fabbricabile in quanto il fabbricato sovrastante viene demolito o è oggetto di interventi di recupero; immobili esenti ai sensi dell'art. 7, c. 1, lett. c) e i), del D.Lgs. 504/1992: poiché tale obbligo dichiarativo non sussisteva per l'ICI, devono essere dichiarati tutti i possessi, anche antecedenti al 1° gennaio 2012; fabbricati che erano esenti ICI ai sensi dell'art. 7, c. 1, lett. g), del D.Lgs. 504/1992 (cioè quelli recuperati per essere destinati a fini assistenziali ex Legge 104/1992); tutti gli immobili che hanno acquisito o perso il diritto all'esenzione da IMU dal 1° gennaio 2012; fabbricati del gruppo D non accatastati o accatastati senza rendita, posseduti da imprese e distintamente contabilizzati, cioè quelli per i quali l'IMU si calcola sui “valori contabili”, ma solo qualora si verifichino variazioni di tali valori; immobili oggetto di riunioni di usufrutto non dichiarate in catasto; immobile ex casa coniugale assegnato dal giudice in caso di separazione, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio Sul sito istituzionale del Comune è stato inserito il programma per il calcolo dell’IMU ed un vademecum IMU, il modello di dichiarazione IMU che potrà essere direttamente compilato, stampato e consegnato al Comune.Il percorso è il seguente: www.comune.stresa.vb.it  Altre informazioni sull’applicazione dell’imposta possono essere richieste presso l’Ufficio Fiscalità Locale ed allo 0323/939211. Stresa, novembre 2012                                                                                                                                                                    IL RESPONSABILE DEI SERVIZIDI FISCALITA’ LOCALEDott. Ugo Palmieri